Acido ialuronico

L’acido ialuronico è un elemento naturale presente nell’organismo umano che ha la funzione di mantenere resistenti e in forma i tessuti connettivi della pelle.

Nel corpo umano l’acido ialuronico si trova negli occhi, nella pelle, nei tendini, nel cordone ombelicale e nell’aorta.

Una grave carenza di acido ialuronico all’interno dell’organismo è la causa principale dell’insorgere di problemi della pelle quali rughe ed inestetismi.

L’avanzare dell’età vede una diminuzione dell’acido ialuronico e dunque come accennato sopra il sorgere di imperfezioni sulla pelle; per questo motivo la chirurgia estetica fa largo uso di questo acido per interventi di reidratazione e di interruzione dell’invecchiamento della pelle.

Sebbene particolarmente utilizzato nel campo estetico, l’acido ialuronico trova aree di utilizzo anche in altri campi della medicina: può essere utilizzato per la rigenerazione di timpani forati, per la produzione di lacrime artificiali e nel trattamento delle infiammazioni e delle ulcere della bocca.

L’acido ialuronico si trova in commercio presso le farmacie sotto diverse forme: spray, gel o colluttorio.

Esfoliazione laser, chimica e meccanica

Con l’età, la cute diviene più secca, fine e rugosa. Il fumo di tabacco e l’esposizione eccessiva ai raggi solari possono peggiorare questa azione.

L’aspetto della cute può essere corretto con l’esfoliazione, provocando cioè una ustione superficiale della cute che stimolerà la secrezione di collagene e l’afflusso dei fibroblasti.
Un trattamento invasivo effettuato con il laser, con il peeling chimico o con la dermoabrasione non esclude, in seguito, l’utilizzo di differenti esfolianti molto più dolci tipo acidi di frutta, vitamina A acida, vitamina C, per il mantenimento di un bell’aspetto cutaneo.

Il laser CO2 erbium

in questo caso si tratta di una ustione termica. Il vantaggio del laser è quello di provocare una esfoliazione senza sanguinamento.
Il dolore post-operatorio è minimo. Attualmente si riesce a controllare meglio la profondità di azione dell’ustione e questo permette di ridurre ulteriormente il rossore nel post-operatorio.

Il peeling chimico

si tratta di una esfoliazione provocata con l’aiuto di prodotti chimici.
Possono essere utilizzati differenti tipi di prodotti :

– acido tricloroacetico (TCA) che può essere dosato fra il 20 ed il 50%
– olio di creton
– fenolo

Queste tecniche di peeling chimico richiedono una buona abilità nella manipolazione dei prodotti da parte del chirurgo.

La dermoabrasione meccanica

la dermoabrasione meccanica da molto tempo è utilizzata nel contesto del trattamento degli esiti da acne. Essa trova ancora qualche indicazione nel trattamento delle rughe profonde peri-buccali e può essere associata ad una ustione chimica. Per realizzare una dermoabrasione noi usiamo una mola che elimina l’epidermide e lo strato superficiale del derma. La rigenerazione permette la secrezione di collagene e di fibroblasti.
L’inconveniente di questa tecnica è il sanguinamento durante l’intervento.

Tutte queste tecniche di esfoliazione richiedono delle cure post-operatorie ben precise perché bisogna minimizzare il rossore che compare dopo l’intervento.
Noi raccomandiamo l’utilizzo di acqua molto fredda distribuita sul tessuto con dei vaporizzatori. Associamo delle sostanze grasse che favoriscono la cicatrizzazione ed utilizziamo anche dei prodotti che lottano contro l’iperpigmentazione reattiva legata all’aggressione cutanea.
Infine, nei periodi estivi e primaverili, bisogna evitare l’esposizione al sole ed in ogni caso è necessario proteggersi con l’aiuto di creme a schermo totale.

Peeling per eliminare le macchie

Fra i trattamenti più richiesti oggi c’è quello che permette di eliminare le macchie alle mani. Si usa ancora i l Tca, cioè l’acido tricloracetico 35%, una specie di peeling che interviene sulla singola macchia.

Oggi però esiste un rimedio meno traumatico per eliminare  le lentigo solari ed è quello chiamato crioterapia soft. Per eseguirlo si usa una bomboletta l’hystofreezer, che contiene una miscela di gas freddi.

Quanto fa male? L’apparecchio provoca un microcongelamento della macchia che prima si sbianca, poi si arrossa. Dopo si forma una crosta che cade in 15-20 giorni.

Costo e Durata: basta una seduta, ma se la macchia è profonda bisogna tornare una seconda volta dopo tre settimane. Il prezzo è di 200-250 euro.

Peeling Speciali: riducono o cancellano i segni dell’acne, le piccole cicatrici e le macchie scure presenti sul viso. Quelli soft e quelli combinati non creano disagi particolari, mentre il peeling medio è più doloroso.

Peeling medio: è un’esfoliazione profonda, la pelle si secca e si stacca dopo una settimana.

Quanto fa male? E’ doloroso: la pelle si desquama a grosse falde che non bisogna staccare. E’ necessaria una terapia antibiotica e durante il giorno bisogna usare una crema grassa.

Costo e durata: dagli 800 ai 1.000 euro ogni 6-8-12 mesi.

Stop alle rughe: 3 procedure efficaci con l’acido ialuronico

L’acido ialuronico è il miglior amico della giovinezza e l’arma più utilizzata dai medici estetici per donare elasticità, tono e densità alla pelle invecchiata senza intervenire invasivamente con operazioni chirurgiche. Ecco le procedure più efficaci e sicure per agire sul derma:

  • Rimage; permette di intervenire sulle rughe di espressione e di rimoddellare le zone che tendono a svuotarsi: i lati del naso, gli zigomi, le labbra. Per questo si utilizza un gel a base di acido ialuronico molto denso e concentrato, che si inietta dopo aver applicato sulle zone da trattare una pomata anestetica. Per mantenere i risultati necessitano 2/3 sedute l’anno.
  • Cross-linked; questa procedura consiste nella creazione di una rete di filamenti di acido ialuronico sottopelle, con microiniezioni in profondità, in grado di sostenere e contrastare i cedimenti delle guance. Oltre all’azione meccanica di sostegno, dall’effetto molto naturale, l’acido ialuronico impiegato stimola la produzione di nuovo collagene ed elastina, procurando un ulteriore miglioramento della pelle e delle guance: si estende la superficie cutanea e migliora la compattezza e lo spessore. Gli esperti consigliano di rispettare il trattamento 3 volte l’anno.
  • Picotage; è una tecnica rivoluzionaria che consente per la prima volta la biostimolazione delle cellule cutanee. Si utilizza acido ialuronico puro. Con microiniezioni superficiali molto fitte si crea uno strato di acido ialuronico subito sotto l’epidermide. Questa tecnica elimina le rughe lievi, distende la pelle, previene la disidratazione, favorisce la riparazione delle cellule danneggiate dai raggi Uv.

Lo squalene per idratare la pelle

Lo squalene, comunque presente nel corpo umano, viene estratto sia da fonti animali che vegetali. Sono stati i giapponesi per primi a scoprire lo squalene e a studiaarne il suo potere idraatante. Per questo motivo in cosmetica è utilizzato in combinazione con altri principi attivi, potenziando altresì la loro azione.
Olio trasparente, praticamente inodore è insolubile, lo squalene aumenta la capacità di assorbimento dei cosmetici e allo stesso tempo favorisce la morbidezza della cute, rendendo la pelle setosa.
Può essere utilizzato nelle creme con potere idratante e associato a sostanze quali ceramidi, acido ialunorico. Nella maggior parte dei casi, lo squalene viene aggiunto nei prodotti idratanti e anti invecchiamento.
Nel suo utilizzo non ci sono rischi e controindicazioni, né allergie o irritazioni, grazie alla sua similitudine con il sebo umano. Il tasso di percentuale di squalene, però, deve essere determinato in accordo con lo stato della pelle, in percentuale da 1% a 10%. E’ dunque necessario fare un’analisi dettagliata della cute per stabilire il corretto tenore indicativo.

Lip Filler specifico per le labbra

Se le labbra sono costituzionalmente sottili, o si sono assottigliare per colpa del tempo che passa, ora si può ricorrere a un prodotto specifico che consente correzioni volumetriche con un risultato eccezionalmente plastico, morbido e duraturo, perfettamente in linea con il trend attuale: la naturalezza. Il merito è del Lip Filler.
L’impianto si esegue iniettando il gel con la classica tecnica lineare nel vermiglio, nel piano sovramuscolare. Il gel asseconda tutti i complessi movimenti delle labbra con la massima disinvoltura: si può baciare, bere, mangiare, parlare senza mai svelare la correzione. Il Lip filler riesce a dare un risultato estetico dinamico e tridimensionale: la bocca si ridefinisce, le leabbra si arrotondano e si estroflettono con un risultato molto accattivante, anche di profilo.

La tecnica Lipodissolve

La Lipodissolve è una nuova e sperimentata metodica che utilizza le proprietà riducenti e l’azione sui grassi della fosfatidilcolina, una sostanza naturale, iniettata nel tessuto sottocutaneo. Elimina la cellulite e i cuscinetti di grassi al pari della liposcultura, ma con un’azione più dolce, graduale e sicura.
Il trattamento, che non ha nulla di chirurgico, si effettua in un comune ambulatorio; immediatamente dopo la paziente è in grado di riprendere qualsiasi attività.
La tecnica Lipodissolve sfrutta le sperimentate proprietà antigrasso della fosfatidilcolina, derivata dalla lecitina di soia, per sconfiggere le adiposità localizzate e la cellulite. Una tecnica innovativa che prevede semplici iniezioni direttamente nel grasso.
Identificate le zone di accumulo, si applica una dose di crema anestetica sulla parte da trattare, quindi, dopo disinfezione, si infiltra mediante aghi piccoli e sottili la fosfatidilcolina, direttamente all’interno della tasca adiposa, alla profondità di circa 1 cm. Si tratta in ogni caso di aghi molto piccoli che non provocano alcun danno o cicatrice alla cute. Non si avverte alcun dolore ma solo un leggero fastidio. Alla fine del trattamento si applica una crema ad azione lenitiva.
Il trattamento dura mediamente 15 minuti e in una seduta si riescono a trattare da 2 a 4 cuscinetti. Recenti lavori scientifici riportano risultati positivi nel 98% dei pazienti trattati. La metodica Lipodissolve si domostra particolarmente efficace nella correzione di adiposità localizzata e di cellulite interessante l’addome, le braccia, l’interno delle cosce, i fianchi, le ginocchia e le coulotte de cheval.

Vantaggi rispetto alla liposcultura:

  • Minore invasività
  • Assenza di dolore
  • Assenza di edemi
  • Riduzione uniforme dell’adipe
  • Assenza cicatrici
  • Recupero veloce

Cellule staminali vegetali

Le cellule staminali vegetali sono sicuramente la più interessante novità scientifica. I risultati più sorprendenti si sono ottenuti utilizzando l’estratto liposomizzato di una mela coltivata in Svizzera e le staminali ottenute dall’albero delle farfalle (Budleia davidjj).
Le cellule staminali vegetali rappresentano l’avanguardia nel campo della prevenzione e del trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Sono inoltre utili a contrastare la disidratazione, l’invecchiamento cutaneo, la couperose, le pelli impure e seborroiche.
Le cellule staminali vegetali si definiscono totipotenti, ovvero in grado di trasformarsi in qualsiasi tipo di tessuto a ritmo molto intenso; e inoltre, sottoposte a stress, queste cellule aumentano la produzione di sostanza ausiliare degli effetti riparatori, antiossidanti e antinfiammatori.
Le tre principali azioni funzionali degli estratti da colture di cellule staminali vegetali sono:

  • Protezione dei radicali liberi
  • Azione rigenerante
  • Azioni antirughe

La ricerca scientifica, valutando i risultarti ottenuti, ipotizza come l’estratto di cellule staminali vegetali sia in grado di promuovere la rigenerazione cutanea.

La liposuzione alla pancia è considerata una liposuzione simile a quella addominale. Addirittura viene considerata come sinonimo e quindi la stessa cosa. Qui vogliamo distinguere il significato perché spesso la liposuzione della pancia è considerata il grasso sulla pancia bassa, vicino al bacino che forma quella bolla cadente. Mentre nella sezione precedente la liposuzione addominale era considerata la parte alta dell’addome dove spesso vi si ferma del grasso che non scende.

La liposuzione della pancia viene solitamente fatta con metodi standard e spesso accompagnata da laser ed ultrasuoni. La quantità di grasso da aspirare è quasi sempre notevole perché nella pancia è semplice che si formi la saccatura del grasso di volume anche molto ampio.

Per avere una prova costume perfetta oppure per vedere l’effetto degli esercizi sugli addominali, la liposuzione sulla pancia è perfetta. Prima di procedere con l’intervento si valutano spesso le condizioni di salute del paziente e soprattutto si fa un’analisi alla sua alimentazione. Infatti, la persona deve prima fare di tutto e poi come ultima scelta rimodellarsi la pancia con una liposuzione adeguata.

Come per la liposuzione precedente, anche quella sulla pancia può presentare dei problemi se viene il volume da togliere è tanto e la pelle non è abbastanza elastica da rimodellarsi sul corpo. In questo caso si leva meno volume oppure si effettua un intervento anche sulla pelle in un secondo momento. Più l’età avanza e meno la pelle è elastica, quindi se avete intenzione di dimodellare il grasso in eccesso con una liposuzione sulla pancia fatelo prima possibile.

Il costo per una liposuzione alla pancia è compreso nella forbice 2.000 ai 4.000euro.